Pillole

“Alcune persone vedono l’impresa privata come una tigre feroce da abbattere, altri come una mucca da mungere, pochissimi la vedono com’è in realtà: un robusto cavallo che traina un carro molto pesante”.
Winston Churchill

Pillole

“La politica deve decidere se favorire la società esclusivamente come strumento, manipolazione di uno Stato e de suo potere, oppure favorire uno Stato che sia veramente laico, cioè al servizio della vita sociale secondo in concetto tomistico di bene comune”.
Luigi Giussani

Pillole

“Il dramma del mondo moderno è stato scambiare il mezzo per il fine. Così il denaro, da strumento di misura (come il metro e il litro), è diventato l’oggetto e il fine”.
Charles Péguy

Pillole

“Italiani: siamo diversi dagli altri, la storia ci ha fatto così. Ma non è detto che sia un male. Anzi: è proprio mettendo in gioco tale differenza che le imprese italiane hanno avuto finora successo nei settori tipici del Made in Italy, seguendo un percorso di specializzazione che, potenzialmente, non è affatto arrivato al capolinea”.
Paolo Preti

Pillole

“Oggi questo capitale umano immateriale, frutto di amore all’ideale e di educazione, è ancora più necessario. Il mondo del lavoro e della produzione non chiede robot, chiede uomini capaci di ragionare, capaci di prendere coscienza di tutti i fattori, capaci di rischiare. C’è bisogno di uomini che guardino la realtà e con il loro impegno , la loro capacità di rischio, il loro senso di solidarietà generino opere imprenditoriali e, più in generale, svolgano il loro lavoro con entusiasmo e intelligenza.”
Giorgio Vittadini

Pillole

“In realtà, non c’è nessun lavoro che sia alienante o indegno dell’uomo. Quello che determina la differenza non è il lavoro in sé e nemmeno il tipo di lavoro che si svolge, ma la propria motivazione. Se una persona si trova a disagio sul posto di lavoro, questo non dipende da quello che fa, ma dalla coscienza che ha di sé”.
Raffaello Vignali

Pillole

“E’chiaro che le banche fanno bene a guardare i bilanci, come gli imprenditori fanno bene a pensare al profitto. Ma è l’assioma di fondo ad essere sbagliato: se l’impresa è puramente profitto, si guardano i bilanci. ma questo non è l’unico limite: come si fa a ritenere che un impresa sia solo il suo bilancio? È impressionante come non si pensi al significato delle parole. Le banche sono istituti di credito. In questa semplice definizione sta anche il loro scopo. Ma cosa significa “dare credito”, se non “dare fiducia”?. Le banche danno “il credito” se “danno credito”. Affidare il proprio denaro ad altri ha senso se ci si fida. Ma ci si può fidare solo delle persone, non dei numeri scritti in un bilancio”.
Raffaello Vignali

Bando 3

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisci elit, sed eiusmod tempor incidunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquid ex ea commodi consequat. Quis aute iure reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint obcaecat cupiditat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

Cooperative Italiane - Associazione di categoria che assiste e tutela imprese e lavoratori del mondo cooperativo. - Credits